Travestito persona durante il carnevale in Alto Adige

Usi e costumi di Carnevale della Val Venosta

Costumi del Proder Maschger in Alto Adige

Di otto coppie in festa e di dischi da lanciare

Il periodo dei buffoni, di ogni scherzo vale e dell’atmosfera festosa culmina in tanti posti del mondo il giovedì grasso – e così è anche in Alto Adige. Per quanto a Carnevale impazzi dappertutto un allegro trantran, gli usi e i costumi del Carnevale sono diversissimi anche a livello regionale. In Alto Adige ogni comunità di ogni valle festeggia a modo suo ed ha di solito le sue proprie tradizioni nei giorni in cui ogni scherzo vale.

Il corteo dei “Proder Maschger”

Travestito persona durante il carnevale in Alto Adige

Costumi del Proder Maschger in Alto Adige

Chi o cosa saranno mai i “Proder Maschger”? Per conoscere questa tradizione, la cosa migliore è andare direttamente sul posto, ovvero a Prato allo Stelvio, la domenica o il martedì di Carnevale. I “Proder Maschger” altro non sono che una brigata di otto coppie più il cosiddetto “bajaz”. Ogni coppia di “Proder Maschger” ha un nome, ad es. “contadino e contadina” o “Signore e Signora”, “Signor carota e Signora Carotina”, mentre le altre coppie prendono il nome da località, valli e catene montuose altoatesine ed austriache. I “Proder Maschger” sono accompagnati da alcuni musicanti e vanno di locanda in locanda, dove ballano, bevono e scherzano con gli ospiti. Oltre ai costumi sgargianti, l’allegria nasce soprattutto dal comportamento buffo di questi figuranti.

La tradizione dello “Scheibenschlagen”

Nei giorni del passaggio dal Carnevale alla Quaresima, si osservano soprattutto usi e costumi legati al fuoco. Nell’arco alpino la prima domenica di Quaresima si festeggia come la “domenica dei falò” e in diverse località si pratica lo “Scheibenschlagen”, il lancio di dischi di legno arroventati. Anche in Val Venosta questa tradizione è molto sentita e fa parte degli usi e costumi legati ai falò. Come nel caso dei falò del solstizio, si erigono grandi torri di legno, che in Val Venosta sono dette “Kasfängga” o anche “Hex” (strega). Dopo il tramonto, le torri vengono accese tra le grida dei partecipanti, per scacciare i demoni dell’inverno e chiedere fecondità. A questo punto arriva il momento dei dischi di legno, che vengono tenuti nel fuoco su verghe di nocciolo fino a che non diventano roventi. Poi i dischi sui bastoni vengono agitati tutt’intorno, accompagnati da un detto antichissimo, e infine si scaraventano nel buio della notte. Quanto più lontano vola un disco, tanta più fortuna toccherà in sorte al lanciatore e alla persona cui era dedicato il detto.

Festeggiate il Carnevale in Alto Adige

Che desideriate mescolarvi alla folla mascherati voi stessi oppure guardare i cortei di Carnevale da una sicura distanza, o ancora se in febbraio desiderate solo godervi i paesaggi invernali dell’Alto Adige con tutto lo sport che vi si può fare, all’Hotel 4* Superior Leitlhof sarete i benvenuti tutto l’anno!

The following two tabs change content below.
Dietmar Walder

Dietmar Walder

Ich bin Dietmar Walder, wohne in Innichen und arbeite im Leitlhof an der Rezeption. Dort kümmere ich mich um das Marketing, die Kommunikation und die Werbung.

Leave a Comment